Intelligenza Artificiale: una sfida per la sicurezza informatica

venerdì 14 Giugno, 2024

L'intelligenza artificiale può rappresentare una risorsa ma anche un pericolo per la sicurezza informatica

L’intelligenza artificiale rappresenta una rivoluzione tecnologica dalle implicazioni profonde per il mondo della cybersicurezza.

Se da un lato offre strumenti potenti per rafforzare le difese delle infrastrutture informatiche, dall’altro apre nuove inquietanti possibilità di creare falle in cui i criminali informatici potrebbero insinuarsi. Comprendere appieno rischi e benefici è fondamentale per Helinext e tutte le aziende impegnate a proteggere i loro clienti.

I modelli di linguaggio come ChatGPT consentono di analizzare enormi quantità di dati per individuare minacce in tempi record. Gli esperti di sicurezza possono ora addestrare l’IA a consigliare correzioni al codice vulnerabile, generare materiali formativi, simulare attacchi informatici. Potenziali enormi, che però non devono illudere sulla pericolosità delle nuove insidie.

Le stesse tecnologie disponibili per le aziende di cybersicurezza, infatti, sono accessibili anche agli hacker. Con strumenti di generazione vocale e video, diventa sempre più facile ingannare le persone tramite attacchi di social engineering micidialmente realistici. Peggio ancora, cracker inesperti – e quindi ancora più pericolosi, perché non hanno la piena idea di quello che stanno facendo – possono sfruttare “buchi” nei modelli IA per manipolarli e rubare dati sensibili.

L’ascesa di chatbot malevoli come WormGPT riduce drammaticamente le competenze necessarie per lanciare offensive informatiche. Secondo Cybersecurity Ventures, il costo stimato del cybercrimine toccherà quota 10,5 trilioni di dollari nel 2025, un terzo dell’intera massa monetaria europea.

Un tributo economico e sociale terrificante!

Il rischio più insidioso è forse l’eccessiva fiducia riposta nell’IA. Come la calcolatrice ha soppiantato carta e penna in matematica, gli strumenti di intelligenza artificiale potrebbero sostituire il giudizio umano nelle aziende. Un pericolo fatale, poiché l’IA, pur potente, manca di coscienza, contesto e intuito, qualità che solo gli esseri umani possiedono.

Per questo Helinext raccomanda un approccio proattivo e consapevole. È necessario riesaminare e rendere sicuri i modelli attuali e futuri, investire nella formazione degli esperti sui limiti dell’IA, monitorare costantemente i segnali di comportamenti devianti. Insomma, sviluppatori e professionisti della sicurezza devono collaborare per risolvere le vulnerabilità emergenti.

Solo con robuste contromisure e un atteggiamento sempre vigile, l’intelligenza artificiale potrà rappresentare un’opportunità anziché una minaccia.

Vuoi davvero tenere al sicuro i tuoi dati?
Contatti gli specialisti di Helinext per massimizzare i benefici dell’IA e minimizzarne i rischi per la tua azienda!

Data: 14 Giugno 2024
Categoria: News
Autore: Helinext
Letture articolo: 186

Ultimi Articoli

IL SEGRETO PER UN SITO WORDPRESS DI SUCCESSO

lunedì 15 Luglio, 2024

Nell’ambito della gestione di siti web basati su WordPress esiste una convinzione diffusa secondo cui l’installazione di numerosi plugin sia …

Approfondisci

L’impatto di un sito web mal progettato sul business aziendale

venerdì 5 Luglio, 2024

Immagina di entrare in un negozio disordinato, con prodotti mal esposti e personale poco attento, scortese e che non ti …

Approfondisci

SITI WEB PMI DEL TRIVENETO: 10 errori critici che fanno perdere clienti

mercoledì 3 Luglio, 2024

Il team di Helinext, specializzato nella realizzazione di siti web WordPress, negli ultimi tre mesi, ha analizzato oltre 70 siti …

Approfondisci

Il paradosso YouTube: un video -30% di velocità del tuo sito web!

mercoledì 26 Giugno, 2024

Immagina di aver appena lanciato il tuo nuovo sito web. È bellissimo, ricco di contenuti e include alcuni video YouTube …

Approfondisci

GDPR applicazione su Intelligenza Artificiale ChatGPT

mercoledì 12 Giugno, 2024

Il Comitato Europeo per la Protezione dei Dati (EDPB) ha pubblicato un report sull’applicazione del GDPR a ChatGPT, il chatbot …

Approfondisci