PageSpeed: La Guida Essenziale per PMI

lunedì 11 Settembre, 2023

Guida a Pagespeed per Imprenditori e PMI

Il sito web è il biglietto da visita digitale per ogni piccola e media impresa, un elemento chiave per stabilire una presenza online forte e affidabile. Tuttavia, la sua efficacia non è determinata solo da un design accattivante o da contenuti di qualità, ma anche dalla velocità di esecuzione delle pagine, elemento cruciale, invero spesso trascurato, che può avere un impatto diretto sul tuo successo online.

Per misurare e ottimizzare le prestazioni velocistiche del tuo sito esistono vari strumenti, uno dei più affidabili è certamente PageSpeed Insights di Google, una risorsa indispensabile che fornisce dati preziosi per migliorare le sue prestazioni.

In questa breve guida, a misura di imprenditore, spiegheremo come funziona Pagespeed e perché pagine web veloci possono aumentare esponenzialmente le probabilità di trovare nuovi clienti e aumentare il tuo fatturato.

COME FUNZIONA GOOGLE PAGESPEED INSIGHTS

PageSpeed è uno strumento sviluppato da Google utilizzato per valutare le prestazioni dei siti web

Per utilizzarlo puoi recarti alla pagina https://pagespeed.web.dev/ e inserire l’URL della pagina web che desideri analizzare.

Dopo qualche secondo il tool ti fornirà una serie di dati e suggerimenti su come migliorare le prestazioni.

NOTA: Idealmente, dovresti analizzare non solo la home page, ma tutte le pagine chiave del tuo sito, come le pagine di prodotto, le pagine di atterraggio e qualsiasi altra che riceve un alto volume di traffico per avere un quadro complessivo delle prestazioni.

Ecco i parametri chiave che vengono misurati:

  1. Largest Contentful Paint (LCP): questo indicatore misura quanto tempo impiega la più grande immagine o blocco di testo a caricarsi completamente sul tuo sito. È un ottimo modo per capire se il tuo sito è “pesante” e necessita di ottimizzazioni.
  2. First Input Delay (FID): questo parametro indica il tempo che passa dal primo clic o tocco dello schermo dell’utente al momento in cui il browser è in grado di rispondere. È fondamentale per capire quanto sia reattivo il tuo sito.
  3. Cumulative Layout Shift (CLS): misura quanto gli elementi della pagina si spostano durante il caricamento. Un alto CLS può essere frustrante per gli utenti che cercano di interagire con il sito.
  4. First Contentful Paint (FCP): Questo è il tempo che impiega il tuo sito a mostrare il primo elemento visibile, che potrebbe essere un testo, un’immagine o altro. È un indicatore della velocità iniziale del sito.
  5. Interaction to Next Paint (INP): Questo parametro misura il tempo che passa dall’interazione dell’utente (come un clic) al successivo aggiornamento visibile sulla pagina. È utile per capire quanto sia fluida l’esperienza utente.
  6. Time to First Byte (TTFB): Questo indica quanto tempo impiega il browser a ricevere il primo byte di dati dal server. È un buon indicatore della velocità del server e della rete.

Quale Punteggio è Adeguato?

Un punteggio di PageSpeed Insights tra 90 e 100 è considerato ottimo, ma non è sempre realistico per tutti i siti web. In ogni caso, se il tuo sito ha un punteggio inferiore a 60 è fondamentale prendere misure immediate per migliorare la velocità e l’usabilità del sito.

SITO LENTO: LE CONSEGUENZE SUL TUO BUSINESS

  1. Abbandono del sito: gli utenti online sono notoriamente impazienti. Se il tuo sito non carica rapidamente c’è una forte probabilità che gli utenti lo abbandonino.
  2. Clienti in fuga verso la concorrenza: un sito lento che, come abbiamo visto, viene abbandonato, spinge i visitatori direttamente nelle braccia dei tuoi concorrenti.
  3. Conversioni e fatturato a rischio: ogni secondo di ritardo nel tempo di caricamento può ridurre le conversioni (le vendite dei tuoi prodotti e servizi) di oltre il 7%, traducendosi in perdite di entrate significative.
  4. Effetti negativi per il posizionamento nei motori di ricerca (SEO): la velocità del sito è un fattore di ranking per Google. Un sito lento può quindi danneggiare seriamente la tua visibilità online.
  5. Impatto negativo sull’esperienza utente: un sito lento può compromettere l’esperienza utente, rendendo difficile per i visitatori navigare efficacemente e accedere alle informazioni o ai prodotti che cercano.

Insomma, come avrai compreso, un sito che non carica le sue pagine velocemente può penalizzare in maniera esponenziale il tuo business.

COME Helinext PUÒ TRASFORMARE IL TUO SITO IN UN VERO MOTORE DI CRESCITA

A questo punto ti dovrebbe essere chiaro quanto sia importante possedere un sito web che carica le sue pagine velocemente.

Bene, ora immagina di poter avere a disposizione un team di esperti dedicati esclusivamente a rendere il tuo sito più rapido, reattivo ed efficiente. Un team che sa esattamente quali leve azionare per trasformare la velocità del tuo sito da punto debole a punto di forza.

Questa è la promessa di Helinext: fornirti una soluzione su misura che eleva le prestazioni del tuo sito a nuovi livelli.

Ecco come Helinext può fare la differenza:

  1. Ottimizzazione del codice: rendiamo il codice del tuo sito più efficiente, migliorando la velocità generale e l’usabilità.
  2. Ottimizzazione delle immagini: utilizziamo tecniche avanzate per ridurre la dimensione delle immagini senza comprometterne la qualità.
  3. Razionalizzazione dei plugin: analizziamo i plugin installati sul tuo sito e manteniamo solo quelli essenziali per la velocità e le prestazioni.
  4. Hosting professionale: disponiamo di un server proprietario che contiene solo i siti dei nostri clienti, sempre aggiornato.
  5. Assistenza rapida: in caso di problemi di performance, puoi contare su un team di esperti che risolveranno le tue problematiche in tempi brevissimi.

Scopri come Helinext può elevare le prestazioni del tuo sito e trasformarlo in un vero motore di crescita per il tuo business: Contattaci subito!

 

 

Data: 11 Settembre 2023
Categoria: Digital Marketing
Autore: Enrico Ladogana
Letture articolo: 204

Ultimi Articoli

Scopri 5 sorprendenti funzionalità di Microsoft Word per la PMI

giovedì 18 Aprile, 2024

Se pensi che Microsoft Word sia solo un semplice programma di videoscrittura ti sbagli di grosso!

Questo versatile strumento del …

Approfondisci

Lavoro: il Garante Privacy proibisce l’uso del riconoscimento facciale per controllo presenze

martedì 16 Aprile, 2024

Il Garante Privacy ha stabilito che il riconoscimento facciale per controllare le presenze sul posto di lavoro viola la privacy …

Approfondisci

Scadenza dei termini di conservazione IX-CE

venerdì 12 Aprile, 2024

Con il Decreto Legislativo N. 1 del 8 gennaio 2024 sono variati i termini per la dichiarazione dei redditi. Sono …

Approfondisci

ARXivar – Aggiornamenti sulla Conservazione Elettronica – 3 – 2024

giovedì 4 Aprile, 2024

Nel documento allegato sono trattati i seguenti argomenti:

– Decreto legislativo N. 13 del 12 febbraio 2024 – scadenze per …

Approfondisci

Ti sei mai chiesto quale impatto può avere un bilancio di sostenibilità sulla tua azienda?

giovedì 4 Aprile, 2024

Il Bilancio di sostenibilità (ESG) è diventato, oltre che un nuovo obbligo cogente per molte aziende e a cascata anche …

Approfondisci